L’isolamento termico del tetto

L’isolamento termico del tetto

L’importanza della vivibilità degli ambienti di casa
La vivibilità degli ambienti di casa dipende soprattutto dalla loro climatizzazione.
Una casa umida in inverno e “bollente” d’estate crea dei disagi anche a livello economico, perché necessariamente si cercherà supporto in stufe a gas o elettriche, pompe di calore e condizionatori energivori. Come evitare tutto questo?

L’importanza di un buon isolamento termico del tetto
L’isolamento termico del tetto può migliorare la qualità della vita in casa. Considerate che il 40% dell’energia usata per tenerla a una temperatura di circa 20°, viene dispersa soprattutto attraverso la copertura, e che d’estate il tetto può riscaldarsi fino a 90°.
Isolare il tetto è ormai obbligatorio, sia in fase di costruzione di nuovi edifici che durante gli interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica.
Negli ultimi due casi le operazioni di coibentazione sono incentivate dallo Stato (attualmente fino al 30 giugno 2014) con detrazioni previste per le imposte sulle persone fisiche (IRPEF) e sulle società (IRES).
La scelta del migliore isolamento dipende da diversi fattori – tipologia del manto di copertura, utilizzo del sottotetto, pendenza delle falde e molto altro – per questo è necessario un accurato sopralluogo prima di procedere.